Ma alla fine CHI comanda davvero? Il corpo, oppure la mente?

Se mi segui da qualche tempo, sicuramente avrai capito che credo moltissimo nel potere intrinseco nascosto dentro ognuno di noi. Amo pensare che dentro me stessa possiedo tutto il necessario per poter curare il mio corpo al fine di farlo restare (o ritrovare, a seconda dei casi) la sua massima salute perfetta. So per certo, grazie a esperienze fatte direttamente su me stessa (es. la scomparsa, in una sola notte, di uno specifico disturbo che ha bloccato la mia mano per oltre 3 anni), che ogni stato fisico viene ampliato, accellerato e incentivato dai messaggi che costantemente viaggiano all’interno della nostra testa (te lo ricordi, vero, che solo una minima parte dei nostri pensieri è processata a livello cosciente? Tutto il resto, ma massima parte quindi, viaggia sotto il nostro stato di coscienza, ecco perchè spesso neppure ce ne accorgiamo… ).

LissaDa molti anni, studiosi di ogni dove hanno indirizzato le loro ricerche in tal senso. Alcuni hanno fatto scoperte notevoli, e altri hanno trovato anche il modo per passare a noi, comuni mortali, queste conoscenze. Lissa Rankin (qui il suo sito ufficiale, in inglese) è una di questi, ossessionata dall’opportunità di poter aiutare i suoi pazienti a guarire, ma anche e soprattutto di far loro comprendere come la malattia vada vista e vissuta non come un nemico da combattere, quando piuttosto come una speciale magnifica opportunità di risveglio interiore. La sua missione è diventata quella di curare le anime e non solo i corpi fisici. A suo dire, il segreto per vivere una vita lunga e davvero vitale pare essere la somma di vari fattori: essere degli accaniti ottimisti (l’atteggiamento modifica la visione e questa la realtà), esprimere e permettersi di ricevere amore dalle persone che ci vivono accanto, fare un lavoro appagante a livello creativo, essere totalmente sè stessi al mille per mille, bere molti succhi verdi (i famosi ottimi green smoothies, te li ricordi? Ne avevo parlato qui) e muovere quotidianamente il corpo, possibilmente divertendosi. Esprime tutto ciò nel dichiarare cosa lei stessa ama fare: “I’m moved by hiking in redwood forests, skiing in fresh powder, live music of all types, and dancing barefoot.” … davvero esplicativa.

La mente oltre la medicinaNel suo libro La Mente supera la Medicina (clicca sul titolo oppure sull’immagine qui a fianco per saperne di più) – libro che sono in attesa di ricevere e studiare, visto che è voluto arrivare nella mia vita (e come sai, non credo nelle coincidenze… ) – Lissa spiega qual’è la scienza celata dietro al pensiero (negativo o positivo) capace di creare e/o modificare la materia fisica (il corpo in primis). All’interno dell’organismo esistono molti sistemi di autoriparazione quali “aggiustare” le proteine danneggiate, riparare lo stesso DNA, correggere squilibri ormonali oppure distruggere le cellule tumorali, gli agenti infettivi o i corpi estranei cui tutti siamo costantemente sottoposti. Questi sono gli stessi meccanismi alla base delle molte guarigioni spontanee (sovente definite miracoli) apparentemente inspiegabili dalla scienza medica ufficiale (e per questo, tenute il più possibile lontano dagli occhi … e dal cuore). La maggior parte dei panzienti non sa come “attivare” questi meccanismi di auto-guarigione, rimanendo impietrita e impotente dinnanzi a malattie considerata incurabili.

stones

Nel libro l’autrice insegna un percorso strutturato in 6 passaggi utili a ottimizzare la capacità intrinseca del corpo nell’attivare i naturali meccanismi di autoriparazione in caso di malattia. Grazie ad alcuni specifici “strumenti” (che sono molto curiosa di imparare, lo ammetto) sarà possibile, usando il potere della mente come una vera medicina preventiva, riuscire un giorno (ancora tanto lontano dal nostro oggi) a morire di “vecchiaia” anziché prematuramente come spesso sta accadendo a seguito delle troppe malattie! Quello che fino alla fine del XIX secolo era stato considerato come un “semplice effetto placebo”, viene qui rivalutato e soprattutto incentivato… un mondo da scoprire, che potrebbe davvero mostrarsi come la “medicina del futuro”. Chi può mai dirlo? 

Attendo di leggere tutto il testo (e non solo gli estratti che puoi trovare qui, gratuitamente scaricabaril, vedi alla voce ALLEGATI), e poi ne potremmo riparlare se lo vorrai!

Namastè!