Proverbio giapponese…

Schermata 2018-02-20 alle 19.12.05.png

Tratto da “Zen per Immagini” … mai mollare!

Namastè!

Annunci

Esercizi di Felicità.

Era già un paio di volte che, entrando in libreria, prendevo in mano questo libro… e poi lo rimettevo a posto; lo riprendevo… e lo riposavo. Oggi l’ho acquistato! Era arrivato “il suo tempo”! Il tempo di entrare nella mia vita e di venire a casa con me.

Come potevo non sentirmi attratta intanto dal titolo meraviglioso, e poi dai tanti colori che lo caratterizzano? No, non potevo proprio!Schermata 2018-02-09 alle 21.16.38.png

Esercizi di felicità” – pratiche quotidiane per il corpo e il cuore – di Giulia Calligaro (e con Jayadev Jaerschky) è il racconto del suo percorso di crescita interiore condiviso dopo molti ripensamenti, con pudore e sincerità; fogli intrisi di consigli, poesia, amore e verità. A ogni pagina, viene abbinato un esercizio yoga, e questa è la parte scritta da Jayadev, direttore dell’Accademia di Ananda Assisi (centro spirituale in mezzo alle colline, in Umbria, dove è possibile seguire corsi residenziali o meno basati sugli antichi insegnamenti dello Kriya Yoga; un luogo splendido dove ricaricare le proprie energie) sempre seguendo l’ispirazione del grande Paramhansa Yogananda.

Di tutte queste pagine che approfondirò nei prossimi tempi, voglio regalartene una soltanto, la 96, perché mi risuona talmente che potrei averla scritta io (ma così non è):

GRATITUDINE, il disegno perfetto della vita.

Ringrazio la vita di non avermi trattato con i guanti, perché ho potuto scoprire quanto fossero potenti le mie risorse interiori e crescere in ogni difficoltà. Ringrazio le persone che sono entrate nella mia storia a fare le cose giuste nel momento giusto, anche quando sembravano le cose sbagliate nel momento sbagliato. Ringrazio quelle con cui ho riso, quelle che mi sono rimaste vicine anche quando ho pianto. E ringrazio anche quelle che non sono riuscite ad accompagnarmi perché, solo lasciando la direzione finita, ho potuto trovare la mia vera strada. Ringrazio per i giorni belli e per quelli tristi, perché nella gioia ho potuto vedere l’orizzonte della meraviglia, e negli altri trovare sempre la forza di desiderarla e ricostruirla. Ringrazio la vita perché, anche se a volte faccio i capricci e scalcio, ha sempre ragione lei, e mi attende finché ho occhi abbastanza spaziosi per vedere il suo disegno perfetto.

Nulla accade per caso e ogni evento è destinato a lasciare un segno utile a farci diventare chi veramente siamo destinati a essere. Tutto fa parte di noi e noi siamo parte di un tutto più grande che spesso non ci appare, a causa della sua vastità. Ma dobbiamo essere immensamente grati di esistere, di esserci, di far parte di questo tutto. Con immensa gratitudine.

Namastè!

Da “Il Piccolo Principe”…

Probabilmente lo hai letto qualche anno fa anche tu, ma… se ce l’hai ancora, hai provato a rileggerlo oggi, dopo parecchio tempo e con la consapevolezza che hai adesso? Scritto da Antoine De Saint-Exupery “Il Piccolo Principe” pur essendo un libro per bambini, è anche un testo magico, perché parla all’anima delle persone. La sua magia sta nel fatto che, ogni volta che viene letto, il suo possibile significato entra in modo differente nella percezione della persona. Eppure il libro è sempre identico a sé stesso. Allora cosa cambia? Siamo a noi a cambiare, e assieme a noi, cambia la percezione che abbiamo della realtà che ci circonda.

Schermata 2018-01-14 alle 17.26.38.png

La frase che ho riportato qui sopra e che certamente avrai già letto più e più volte, visto che è probabilmente una delle frasi più celebri di questo capolavoro, ha un significato reale che è splendido. Quello che conta per davvero non è esposto alla luce del sole, non è esteriore, ma è nascosto alla vista fisica e non può che essere percepito grazie alle capacità della nostra anima. Il senso della vista perde in valore e significato, se il cuore, l’amore, non regna sovrano nel nostro percepire.

Tali aspetti non sono certamente facili da “scoprire” e soltanto chi davvero vuole conoscerci, tramite un rapporto vero e profondo, potrà arrivarci e conoscerli. Se non l’hai già o mai fatto prima, ti consiglio di riprenderlo in mano… e ricominciarne dall’inizio. Potresti rimanere sorpreso da quanto stai per leggere.

Namastè!

Meditiamo assieme? Bastano 4 minuti!

Credo che la parola “meditazione” evochi, nella maggior parte di noi, un’immagine astratta, orientaleggiante e lontana anni luce dalla nostra quotidianità. Anziani monaci buddisti, rinchiusi in eremi alle pendici dell’Himalaya, intendi a pregare (meditare) e cantare mantra. Indovinato?

Schermata 2018-01-02 alle 15.33.13Di rimando, le nostre esistenze sono intasate dai ritmi frenetici che ci auto-imponiamo: troppe cose da fare, troppi impegni da seguire, troppi eventi a cui partecipare… e pian piano ci sentiamo soccombere da tutto questo correre da un punto all’altro della città. Fermarsi sembra impossibile e trovare un attimo di silenzio, di pace, di tranquillità pare un’utopia. Invece… invece ti assicuro che è possibile modificare la percezione che abbiamo del nostro mondo esteriore (frenetico e caotico), cambiando il nostro stato interiore.

Gli orientali paragonano da sempre la mente a una scimmia, energica e dispettosa, che saltella da un punto all’altro dell’Universo: fai questo, pensa quello, vai di là, ricordati di … e avanti di questo passo. Ma abbiamo tutti la possibilità, se lo vogliamo, di modificare questo stato.

La meditazione ci può aiutare. Basta davvero poco, pochissimo. Bastano 4 minuti al giorno per cambiare davvero. Non ci credi? Prova e mi potrai raccontare.

Schermata 2018-01-02 alle 15.16.17Nel suo libro “4 Minuti per Cambiare la Tua VitaRebekah Boruchki (immagine in alto a sinistra, istruttrice di yoga e fitness, tiene seminari di yoga e meditazione a livello internazionale) spiega in modo semplicissimo come approcciarsi alla meditazione strizzando l'”occhio” al nostro mondo occidentale.

Innanzitutto Rebekah sfata 3 grossi miti legati alla meditazione:

  1. Meditare significa non pensare a nulla: come ben sai, sarebbe impossibile. La nostra mente è fatta per pensare… possiamo forse impedire ai nostri polmoni di espandersi e contrarsi? Certo che possiamo, ma in cambio, moriremo. Ecco, meditare non significa fare il vuoto mentale, ma può aiutare a raggiungere il silenzio e/o calma interiore in modo da affrontare tutto in modo differente;
  2. Meditare deve essere fatto a lungo: assolutamente no! Non è necessario restarsene in meditazione, seduto fermo e immobile a lungo. Certo, è possibile che tu stesso decida, con il tempo, di allungare la tua pausa meditativa, ma… anche pochi minuti possono bastare;
  3. Meditare significa essere legato a una religione: non ci siamo proprio. Meditazione e religione, anche se potrebbe coincidere in alcune persone, non sono affatto legate tra loro. Inoltre potresti seguire una qualsiasi delle tante religioni disponibili, e comunque fare meditazione senza che questo intacchi in alcun modo il tuo CREDO interiore. Meditare è un modo intelligente, pratico e alla portata di tutti, per migliorare la propria salute fisica, emotiva e mentale.

Non ti resta che provare.

Se ti interessa approfondire l’argomento e saperne qualcosa in più, non hai che da leggere questo libro. Sono certa che ti piacerà.

Namastè!

Vuoi cambiare in meglio la tua vita? Cambia il modo in cui ti svegli!

Lo so, sembra una sciocchezza, una provocazione oppure uno scherzo, invece ti assicuro che questo semplice gesto può davvero essere l’inizio di una vita diversa, e soprattutto migliore!

Hai mai notato come quando sai che il giorno successivo accadrà qualcosa di magnifico, magico, bellissimo, atteso e a lungo desiderato, lo svegliati non ti pesi affatto e anzi, non vedi l’ora di saltare giù dal letto per poter vivere quell’esperienza? Prova a pensarci un attimo. Ipotizziamo che domani sia il giorno in cui inizierà la vacanza che hai tanto sognato e desiderato, e che da mesi stai programmando. Come ti sentirai nell’istante in cui la sveglia ti avviserà che è il momento di alzarsi e abbracciare questa nuova meravigliosa esperienza? Sarai svogliato e stanco (… come quando sai che devi andare al lavoro?) oppure… eccitato ed euforico all’idea di fare quello che sogni da così tanto tempo? E inoltre, come ti predisporrà questo tuo atteggiamento di gioia e felicità nei confronti della giornata che stai per vivere?

Ecco, questo è proprio il punto. Quando lo scopo che hai e che stai per vivere nella tua giornata ti coinvolge e ti rallegra, svegliarsi alla mattina ha tutto un altro sapore. E, conseguentemente, la giornata che ne seguirà sarà totalmente diversa, creando in te una fisiologia e un atteggiamento lontano anni luce da quello che solitamente vivi nel tran tran quotidiano, e che spesso neppure ami particolarmente.

The Miracle Morning BookQuesto è il solare messaggio, davvero molto MOLTO sintetizzato, di quanto afferma Hal Elrod nel suo conosciutissimo libro “The Miracle Morning” (trovi anche la versione ebook), un testo magico che da moltissimi è stato amato ma soprattutto usato per rendere la propria esistenza un luogo meraviglioso e felice, in pratica quello che avremmo sempre voluto vivere, potendo fare e scegliere il meglio per noi.

Al suo intero troverai anche la storia di Hal, un uomo che per ben due volte nella sua esistenza ha dovuto ricominciare tutto da capo, pur avendo una posizione emotiva, fisica e spirituale decisamente al top (non aggiungo null’altro per non rovinarti la lettura).

Se nella tua vita al momento le cose non procedono come vorresti, cosa aspetti a … cambiare il modo in cui ti svegli? Quanto meno datti la possibilità di provare a farlo, e poi valuta il risultato! Buon risveglio miracoloso!

Namastè!

La consapevolezza è il nostro potere.

Buon anno a te, carissimo amico lettore. Si, lo so bene che l’anno è già iniziato da un po’ ma io non ero su queste pagine da un po’ di tempo, quindi essendo la prima volta che ci sentiamo quest’anno, volevo farto gli auguri di un meraviglioso splendido 2017.

A tal proposito come sta andando? Stai creando la tua meravigliosa splendida realtà nel tuo oggi, per un tuo domani ancora migliore? Io sto facendo grandi progressi e soprattutto sto ottenendo risultati ottimi. Per quel che mi riguarda, vedo costantemente quanto possiamo essere potenti e capaci, lo vedo su di me nella mia stessa vita, ma lo vedo in modo ancora più chiaro e netto nella vita di chi mi gira intorno. Anzi, a dire il vero osservarlo sugli altri è diventato un vero e proprio gioco, se devo essere sincera. Oltre al fatto che è molto più semplice ed evidente.

risveglio-spirituale-vita-quotidiana-fosterQuando ci prendiamo la piena responsabilità di tutto quello che ci riguarda e di tutto quello che conseguentemente accade nella nostra esistenza, è allora che diventiamo davvero, estremamente potenti. Un po’ sull’onda di quanto affermano moltissime delle varie teorie uscite in questi ultimi anni (da Ho’oponopono alla LOA, dalla Gratitudine alla pura Consapevolezza) anche Jeff Foster (laureato in Astrofisica a Cambridge nel 2001 che a seguito di un periodo di malattia e depressione, ha intrapreso una lunga e fruttuosa ricerca spirituale durata molti anni) nella sua ultima fatica “Il risveglio spirituale” afferma quanto da molto sto seguendo e apprendendo per comprendere, ma soprattutto per rendere migliore la mia esistenza.

La nostra mente è la grande responsabile di quanto percepiamo essere esterno a noi, e sul quale crediamo, a torto, di non avere alcun influenza, cedendo così facendo la nostra vera potenza a qualcosa che non c’è, non esiste, non può essere governato nè controllato. La vera forza è comprendere questo “gioco” e agire di conseguenza. Se noi siamo i primi e unici artefici di quello che viviamo, allora solo in noi risiede il potere di poter cambiare qualsiasi aspetto della nostra esistenza che non fosse quello che davvero desideriamo. Tutto questo ti pare difficile? Perfino impossibile, se non addirittura una grande sciocchezza? Bene, non metto in dubbio che non sia semplice passare dal “sentirsi vittima predestinata di eventi che ci cascano addosso” a “posso creare qualsiasi cosa desideri, visto che io sono il creatore” non sia affatto semplice. La nostra mente ama muoversi su strade conosciute e consolidate, dove il percorso in sè non implichi spreco inutile di energia. E’ una grande economa nella gestione delle risorse di cui dispone. Se fino a ora è sempre funzionato tutto (bene o male che sia) facendo in questo modo, ma perchè mai oggi dovremmo cambiare investendo così tante energie in un campo ignoto, oscuro e senza alcuna sicurezza di successo? … forse perchè al momento non siamo felici? … forse perchè non ci sentiamo davvero realizzati? … oppure solo perchè sentiamo di non essere quello che potremmo essere?

L’approccio di Jeff mi piace molto, e volendo può essere riassunto con le sue stesse parole “Io insegno una sola e unica cosa: una profonda e impavida accettazione di qualunque cosa accada. Non si tratta di resa passiva o di freddo distacco ma di un affacciarsi al mistero del momento in maniera intelligente e creativa.“. Se la cosa ti incuriosisce e sei, come me, in cerca di risposte nuove, non hai che da leggere il suo libro, sono certa che ti piacerà.

Namastè!

 

La gratitudine è la vera magia!

Se mi leggi da un po’ sai bene quanto io creda nel potere della GRATITUDINE. Ho sperimentato più e più volte quanto possa modificare la mia giornata (… e di conseguenza la mia realtà). E’ successo, e sicuramente sarà capitato pure a te, di vivere periodi più o meno lunghi non proprio meravigliosi… ma questa non è la realtà vera, quella considerata “oggettiva” (… che poi, a pensarci bene davvero, neppure esiste!) ma è la nostra personale percezione di quello che sta accadendo, o meglio, di come noi reagiamo a quello che sta accadendo.

GRAZIE con amore

Sicuramente avrai i tuoi “buoni motivi” per reagire con rabbia, frustrazione, malinconia, indifferenza (… e chi più ne ha più ne metta) a quanto sta accadendo, ma sappi e renditene conto che come reagisci a quello che vivi è davvero una tua personalissima scelta. Anche se le giustificazioni possono essere tante e tutte coerenti e considerate valide, sono in realtà delle scuse belle e buone. Non ti sto accusando. Sto analizzando un modo di pensare che è molto, troppo, diffuso e che ho sperimentato più e più volte pure io, per cui “so bene” di cosa sto… stiamo parlando 🙂 . Se zittisci un attimo il tuo ego e decidi invece di espandere il cuore, ti renderai immediatamente conto che ho ragione, o meglio, che questo punto di vista è corretto (oltre che sano).

GRAZIESecondo quanto affermava il dottor Masaru Emoto (tutto confermato dai suoi studi su come le parole e i pensieri influenzino le particelle dell’acqua, e permettano o meno di ottenere con la congelazione meravigliosi cristalli) la parola “GRAZIE” (e qui a fianco vedi il cristallo che si forma) è una delle più potenti e armoniche esistenti. Aggiungerei poi che questa specifica parola, intendo proprio quella in italiano (lingua musicale per eccellenza) ha una vibrazione davvero potente che può aiutarti a elevare l’energia personale verso uno stato di armonia e benessere.

Il potere e la magia della gratitudineEsistono ovviamente testi “infiniti” su questo specifico argomento e io sono da sempre enormemente grata per questo dono magnifico. Come me, anche Ivan Nossa (giornalista, scritto e traduttore) crede che la gratitudine abbia un potere magico, e infatti il suo ultimo lavoro pubblicato si intitola proprio “Il Potere e la Magia della Gratitudine“! Grazie all’utilizzo cosciente di questa vibrazione potremmo seguire Ivan in questo magico viaggio che modificherà in meglio ogni aspetto della nostra vita. Ti ricordo che essere grati per quello che abbiamo al momento presente, esattamente ora in questo preciso momento, diventa una sorta di potente calamita per attirare nella nostra esistenza ancora più eventi per cui essere grati, in modo da avviare una sorta di circolo virtuoso.

Non ci credi? Bè, cosa aspetti a sperimentarlo? Ti invito semplicemente a provare e poi a decidere. Ogni volta che ti accadrà qualcosa di “apparentemente negativo” prova a concentrare la tua mente – e se riesci anche il cuore – su quello che esiste nella tua vita e per cui potresti davvero essere grato. Pensa semplicemente alla tua giornata. Questa mattina sei riuscito ad alzarti da un letto con le tue gambe? Ma ancor prima, avevi un letto morbido in cui passare la notte? Possiedi una tua stanza da letto? E dopo aver dormito… Possiedi un bagno dove poter fare una doccia calda? E a seguire… hai avuto la possibilità di fare colazione? Era buona? Abbondante? … bene, sappi che già tutto questo  ti fa entrare di diritto tra le persone più ricche viventi in questo mondo. Ci hai mai pensato? Sii grato per tutto e sperimenterai veri miracoli.

Namastè!