Programmiamo il nuovo anno assieme agli angeli

Questo è un magnifico esercizio che ho trovato scritto da Anna Fermi nel suo libro “Un angelo dritto al cuore” e Angelo dritto al cuoreche ti ri-propongo proprio in questo particolare momento. Sappi che anche per me sarà la prima volta, ma sono felice di condividerlo con te e mi auguro riusciremo a realizzare il nostro desiderio del cuore.

Il suo scopo è di programmare il nuovo anno (oramai manca davvero poco…) grazie all’aiuto degli amici angeli. Il periodo di preparazione va dal 13 al 30 dicembre, la sua esecuzione dal 31 dicembre al 6 gennaio, ecco perché te lo indico adesso, così avrai il tempo e il modo di organizzarti per poterlo eseguire.

Sicuramente anche a te sarà capitato di fare dei bilanci sull’anno che va a morire. La cosa può essere utile solo quando diamo agli eventi passati il giusto peso e li analizziamo nell’ottica di insegnamenti preziosi a programmare il nostro futuro.

AngelsSvolgere questo esercizio in compagnia del proprio angelo custode, e sotto la sua luminosa guida, ci sarà d’immenso aiuto per creare un futuro in sintonia con il nostro desiderio personale, aggiungendo elevatissime probabilità di successo. L’angelo, infatti, conosce molto bene il cammino della nostra felicità e illumina il nostro cuore affinché sia per noi più facile comprendere cosa è davvero utile per il nostro massimo bene.

La prima fase è rivolta alla revisione del passato.

Prendi un bloc-notes e una penna colorata (che ti piaccia utilizzare!) e nei giorni che vanno dal 13 al 30 dicembre 2013, scrivi tutto ciò che non ti è piaciuto dell’anno che sta per finire, ciò che non sei riuscito ancora a realizzare o che non hai potuto fare per un motivo o per l’altro. Inizia i suoi scritti scrivendo sempre: “Non sono riuscita/o… Non ho fatto… Non ho potuto… ecc.”

La sera del 30 dicembre prendi tutti i fogli che hai scritto, dove hai raccolto le varie “negatività” dell’anno che sta per concludersi, e bruciali.

Durante la giornata del 31 dicembre rilassati e cerca solo di ascoltare il tuo cuore e qualsiasi messaggio da lui ti giunga.

Poi, dalla sera del 31 dicembre a quella del 6 gennaio, inizia a programmare il tuo nuovo anno. Prendi un quadernetto nuovo (non serve troppo grande… ), usa una penna colorata e procurati una piccola candela (che verrà usata soltanto alla fine di questo esercizio).

Hai a tua disposizione sei giorni per scrivere insieme all’aiuto del tuo angelo custode ciò che vuoi ottenere dal nuovo anno. Inizia sempre i tuoi pensieri con un saluto all’angelo come “Carissimo angelo” (se sai il suo nome, è il momento giusto per usarlo) e poi prosegui dicendo “dal nuovo anno voglio… ”. Non usare mai il condizionale: vorrei, potrei, avrei… La tua intenzione ne uscirebbe indebolita. “Voglio” invece è una parola che possiede una forte energia, come una freccia che con forza inaudita viene schioccata verso il bersaglio/obiettivo. Termina il tuo scritto con un ringraziamento al tuo angelo. Questo esercizio è molto utile per focalizzare le tue intenzioni e indirizzare il corso del nuovo anno nella direzione della tua volontà. Programmare insieme all’angelo, inoltre, ti permette di affidare il viaggio della tua intenzione al Messaggero Celeste che si farà carico di portare a destinazione l’intenzione del tuo cuore.

La notte del 6 gennaio 2014 riponi il quaderno in un luogo sicuro e al riparo da occhi indiscreti. Lo riaprirai solo alla fine dell’anno 2014 per verificare la realizzazione della tua programmazione. Accendi quindi la candela e lasciatela ardere finché si spegnerà da sola. La sua luce e il suo calore illuminano il viaggio delle nostre intenzioni e scaldano il nostro cuore. Affidiamo il percorso della freccia al nostro angelo custode e… impegniamoci a vivere un anno nuovo e ricco d’importanti opportunità per la nostra evoluzione.

Vedrai che le intenzioni nate dal cuore saranno molto presto soddisfatte (magari ne riparliamo il prossimo anno, se lo vorrai)!

Namastè!

Yoga si, Yoga no…

Fin da quando ero una bambina sono sempre stata molto attratta dall’India e dalla sua cultura. Non so come mai. A casa mia nessuno lo era, quindi non vedevo nè respiravo un’atmosfera che poteva indirizzarmi in tal senso, eppure… Oggi credo che questo amore venga da un posto molto lontano nel passato, ma questa, è un’altra storia! 🙂

Il primo libro che ho acquistato sullo Yoga, all’età di 10 anni, è… vecchissimo! Le immagini sono stile anni ’60 e ora, guardandole, mi viene molto da sorridere, lo ammetto. Però è “consunto” a furia di sfogliarlo, leggerlo e sognarci sopra. Si, è da allora che “sogno” di andare in questa terra così “lontana” e a tutt’oggi non ho ancora realizzato questo sogno (… ma è solo “rimandato” nel tempo!).

Ho conosciuto tantissime persone che vivono lì, altrettante che sono in qualche modo legate a questa cultura. Assieme a una cara amica (grazie di cuore Thea), nonchè insegnante di Yoga, tempo fa avevamo creato un luogo stupendo e magico dove poter tenere conferenze, incontri e seguire corsi, anche su questa disciplina. Grazie a lei ho goduto di quanto lo Yoga ci può regalare: un’equlibrata unione tra corpo, mente e spirito, che come ben sappiamo è alla base del nostro ben-essere!

Giorni fa pensavo che in questo momento mi sarebbe utile riprendere a seguire una qualche attività fisica (soft) e tra le varie opzioni è, ovviamente, uscito il discorso Yoga. Ho ripreso in mano quel libro, ma credo sia ora di aggiornare la mia biblioteca. In giro si trava veramente di tutto, lo sappiamo bene, ma… tra i tanti c’è un testo che mi ha colpita davvero.

Libro-yoga-terapiaIl Grande Libro della YogaTerapia di Remo Rittiner (fondatore del Centro Ayur Yoga di Zurigo, assai competente in materia visto che tiene corsi professionali per insegnanti e terapeuti in Svizzera, Austria, Spagna, Germania e Thailandia. Nel 2004 è stato votato come presidente dell’associazione della Yogaterapia (IAYT) svizzera) e pensavo proprio di riprendere i miei esercizi con il suo aiuto. Non sono ancora riuscita a sfogliarlo da nessuna parte, ma quanto ho trovato nella sua descrizione mi pare assai promettente. Combinando lo yoga tradizionale con molte delle moderne conoscenze anatomiche, ha i seguenti obiettivi:

  • fornire i principi fondamentali per praticare efficacemente questa disciplina;
  • mostrare qual’è potenziale curativo della YogaTerapia;
  • illustrare chiaramente e dettagliatamente gli esercizi, che è,possibile eseguire da soli;
  • presentare tecniche di meditazione utili al benessere;
  • spiegare come utilizzare la saggezza dello yoga nella nostro quotidiano.

La prefazione è redatta da Ruediger Dahlke (autore, specialista e terapeuta che seguo da tantissimi anni e in cui ripongo fiducia totale) che parando dell’autore ci dice: “Remo Rittiner non solo insegna lo yoga, ma lo vive in ogni istante”.

Tu cosa ne pensi? Hai qualche suggerimento da potermi dare?

Namastè!

AGGIORNAMENTO del 12/06/13

E anche questo libro sta arrivando a casa mia, regalato dall’Universo che continuo a ringraziare di tutto cuore!

Qual’è il tuo colore preferito?

Alle volte mi sembra di essere un po’ come Picasso: ho avuto il mio periodo rosa, quello viola, uno lungo nero e adesso viro decisamente verso il blu (a tal proposito voglio andare ad ammirare – almeno una volta nella mia vita – la splendida Foresta di Hallerbos, in Belgio, la conosci? Qui una foto presa dal web…  Per potermi IMMERGERE completamente in una delle sue tonalità).

Foresta di Hallerbos

Adoro i colori. Amo tantissimi anche le scatole di colori, specie le di matite colorate distese in gradazione, una accanto all’altra, fino a formare una sfumatura “infinita” di penetrante energia!

matite

Anni fa ne ho acquistata una, non per usarla, ma proprio per poter godere della bellezza che ne deriva. E’ ancora nuova, esattamente come il giorno in cui l’ho acquistata.

I colori, come qualsiasi altra cosa in questo nostro Universo, sono energia pura. Emettono ognuno una differente tipologia di energia, ma tutti interferiscono con la nostra vita. Ci avevi mai pensato?

Se tendi a circondarti di un determinato colore, forse sarebbe bene sapere l’effetto che questo può produrre sul tuo fisico e sulla tua psiche, perché potresti anche scoprire che alcune cose che “non ti piacciono” sono influenzate (per non dire prodotte) da quel dato colore.

Qui puoi trovare un test semplice semplice (in fondo alla pagina, dopo la descrizione dei vari colori, puoi trovare il link per iniziarlo… ), che potrebbe aiutarti in tal senso. Magari scopri qualcosa di interessante e utile!!! Il test dei coloriOppure esistono molti libri per comprendere in modo più approfondito. Anni fa ho comprato un testo scritto da Max Luscher, e devo dire che tutte le volte che provo a cimentarmi, il riscontro è davvero “sorprendente” ma indubbiamente sensato e concreto. Se ti interessa saperne di più, qui la copertina de “Il Test dei colori“.

Se deciderai di provarci, ti consiglio di tenerne nota su un diario. Noterai come, nel tempo, il tuo intimo riesca a cambiare, ma sempre seguendo una certa logica di base, quasi una “crescita”, se così vogliamo definirla! Ma ti ci potrai anche divertire a conoscere aspetti di te stesso che magari non ti sono completamente chiari. Non porre mai limiti!

Namastè!

La fortuna bussa? Sei pronto ad aprirle?

Quanto pensi di essere fortunato? E poi, in cosa consiste davvero essere fortunati? Chi può considerarsi tale? E a te cosa manca per poterlo fare?

Chissà se queste domande ti sono mai balzate in mente e se in qualche modo hai cercato di rispondere.

Esistono sicuramente persone che vincono continuamente di tutto e, guarda caso, sono invidiate da molti. Li definiamo come “nati con la camicia” (la conosci questa espressione, vero?). Ma cos’hanno di diverso da te, che fortunato credi proprio di non esserlo?

Se guardi a fondo e osservi bene c’è solo una piccola sostanziale differenza. Il loro modo di pensare e affrontare l’argomento. Loro, si reputano persone fortunate e credono davvero di esserlo! Nella loro esistenza qualsiasi cosa accada restano sempre ben focalizzati sul fatto che, comunque, sono persone baciate dalla Dea bendata e questo atteggiamento non fa altro che attivare sempre più la LOA attirando nella loro esistenza solo nuove conferme di tutto ciò! Ci credono e continuano a farlo, anche se qualche volta gli eventi esterni sembrano apparentemente smentirli! Ci credono comunque! Questa è la vera forza d’attrazione che permette alle persone di considerarsi tali!

Io, lo ammetto, faccio parte di questo gruppo! Ho scelto, a un certo punto della mia vita, di entrarci e lavoro (limando e perfezionando i miei pensieri giorno dopo giorno) su questa lunghezza d’onda. Le conferme esterne sono praticamente quotidiane e l’Universo mi invia regali stupendi, spessissimo! La mia totale attenzione è al 99% focalizzata su questi aspetti… ed ecco che le “porte si aprono” e i doni arrivano copiosi (e di cose materiali ne ho vinte parecchie, ve l’assicuro… ma non è solo di questo che parlo, è chiaro!)!

Quindi, cosa fare per cominciare a diventare “esseri fortunati“? Non tantissimo ma anche “molto” allo stesso tempo. Cambiare la propria focalizzazione, lasciando perdere qualsiasi pensiero di mancanza, pensando e vivendo solo con quelli di abbondanza e ricchezza! L’Universo è ricchissimo di tutto quello che stai aspettando e che davvero desideri, apriti alla possibilità di ottenerlo e vedrai cosa accade!

Ti faccio un piccolo esempio…

quadrifoglio

hai mai trovato un quadrifoglio (io ne ho raccolto una bella collezione… )???
Nooo? Ok, ora prova a recarti in un prato aspettandoti di trovarli e vedrai che… sarà proprio così! La fortuna è dalla tua parte… CREDICI! Poi, se lo vuoi, mi racconti com’è andata?

Namastè!

La Vision Board.

Hai mai sentito parlare di Vision Board o “tavola della visione”? Nel film The Secret viene accennato questo concetto che, seppur semplice, è molto potente per farci focalizzare meglio sui nostri desideri. Una tavola della visione è una rappresentazione visiva di quello che desideriamo ottenere nella nostra vita o in un ambito della stessa. Deve essere costruita in modo da rimandare, immediatamente, all’obiettivo che desideriamo, con una semplice occhiata! Questo è utilissimo alla nostra mente, perché da parecchi studi effettuati è ormai chiaro come il nostro cervello reagisca alle immagini: se può vedere (con gli occhi fisici o quelli interiori) qualcosa, è molto facile che riesca a raggiungerlo! E’ simile alla pratica della visualizzazione, aiutata da immagini fisiche!

VisionBoard01

Credo si tratti davvero di una pratica semplice, ma allo stesso potentissima e che possa essere applicata a qualsiasi ambito della nostra esistenza. Puoi fare una tavola della visione “globale” per tutto quello che desideri nella tua esistenza, oppure ne puoi creare una a tema, magari su un preciso obiettivo di lavoro, oppure di forma fisica, che vorresti raggiungere. Non ci sono limiti, gli unici sono quelli che tu stesso ti poni!

VisionBoard02

Il tutto potrebbe essere suddiviso in 4 passaggi fondamentali:

1) seleziona l’oggetto della tua tavola della visione. Per iniziare ti consiglio di concentrarti su un unico settore della tua vita, magari ispirandoti a qualcosa tra: salute fisica ed emotiva, carriera, vocazione, relazioni familiari, relazione sentimentale, creatività, cammino spirituale, casa, ecc. ecc.. Non metterti limiti, e non preoccuparti di “esagerare” nella tua visione, perché, ricordalo sempre, l’Universo è un luogo ricchissimo di abbondanza! Ricorda anche che stai facendo qualcosa per te stesso, quindi divertiti e rendi tutto qualcosa di strettamente personale, non lo dovrai mostrare agli altri (quindi nessuno potrà criticarlo) né avere la loro approvazione.

2) prepara il materiale. Avrai bisogno di oggetti fisici per creare la tua tavola. Procurati quindi un tabellone o una tela per dipingere oppure un grande pezzo di cartone (…o qualsiasi altro supporto tu ritenga più adatto a tale scopo) di qualsiasi forma e/o dimensione. La scelta deve essere sempre e solo tua! Dovrai poi avere a portata di mano delle forbici, del nastro adesivo e/o della colla (se invece preferisci lavorare in digitale, potrai fare tutto direttamente al PC).

3) analizza a fondo il tuo desiderio. Prenditi un po’ di tempo per analizzare bene anche tutti i concetti correlati al tuo desiderio, fai chiarezza sui vari particolari e cerca di capire anche tutto quello che accadrà al momento del suo ottenimento. Per esempio: se vuoi trovare il partner della tua vita, chiarisciti bene le idee su come dev’essere (fisicamente, spiritualmente, emotivamente) ma anche su cosa farete assieme, come cambierà la tua vita e come vi tratterete l’un l’altro. E’ importante essere chiari e precisi, e soprattutto, nel momento in cui realizzerai la tua tavola, percepire i sentimenti che provi dinnanzi a certe immagini/scritte, perché tanto più sarai chiaro in questo, maggiore sarà la potenza della Legge di Attrazione!

4) trova le immagini e le parole. E’ arrivato il momento di trovare le immagini e le parole che rappresentano il suo sogno. Potrai usare riviste, foto oppure potrai cercarle in rete e stamparle. Le immagini e le parole che sceglierai dovranno davvero emozionarti e “parlare” al tuo cuore. Dovrai sentire qualcosa dentro, quando le osservi, altrimenti non fanno al caso tuo. Non pensarci troppo, sfoglia le pagine dei cataloghi/riviste e quando trovi qualcosa che ti piace, e che ha a che vedere con la tua nuova Vision Board, allora prendila. Ricordati che devi divertiti mentre lo fai! Non deve essere un lavoro “perfetto”, ma deve essere PERFETTO per TE! Quindi trova il tuo modo di agire, e vai avanti.

5) riunisci tutto quanto. Puoi decidere di incollare tutto man mano, quando lo trovi, oppure potresti aspettare di avere abbastanza materiale prima di cominciare a incollarlo. Va bene qualsiasi cosa tu scelga di fare, non preoccupartene. L’unica cosa che conta, alla fine, è che guardando la tua Tavola della Visione, tu senta una grande soddisfazione dentro te stesso, nel poter vedere rappresentati in modo chiaro e brillante, i tuoi meravigliosi sogni!

VisionBoard03

Appena terminato, mettici sopra la data e aggiungi anche il tuo nome, dopodiché appendila in un luogo dove potrai vederla il più spesso possibile, quotidianamente. Se vuoi tenere il tutto privato, magari puoi appenderla nell’anta interna di un armadio, o sul retro di una porta. Decidi tu dove deve essere posizionata! Puoi anche scattare una foto, e tenerla sul cellulare dove potrai guardarla tutte le volte che lo desideri! Quel che importa è che tu possa osservarla spesso, ammirarle e percepire i sentimenti di benessere e felicità che ti trasmette.

Ricordati inoltre che questo è un processo in divenire. Potrai aggiungervi immagini o altro in qualsiasi momento, lungo il cammino, senza nessunissimo problema. Vedrai che con il passare del tempo ti renderai conto che sarai sempre più vicino al raggiungimento del tuo sogno, o addirittura lo avrai già ottenuto! La LOA è potente, oramai dovresti saperlo!

Io ho “evoluto” questo concetto della Vision Board, creando un album della visione. Su ognuna delle sue pagine, dedicate a uno specifico risultato, ho incollato foto/parole e disegnato quanto voglio ottenere, in modo da poterlo avere a portata di mano, ma anche di potervi raccogliere tutti i miei sogni, senza preoccuparmene di dove poterli appendere. Tu decidi come operare e poi agisci. La tua fantasia ti sarà di grande aiuto, ci posso scommettere, se le permetterai di esprimersi!

(la immagini che trovi qui, sono state raccolte nel Web solo a titolo esemplificativo, traine spunto, ma crea la tua!!!)

Namastè!

Diventare Milionario Illuminato, si può?

Cosa rispondere? Io direi proprio di sì. Migliorare il proprio stato socio-economico e aiutare conseguentemente il One Minute Millinairemondo circostante a fare altrettanto può essere *molto* spiritualmente corretto. Nel libro The one minute milionarie di Mark Victor Hansen e Robert G. Allen puoi trovare spunti utili e interessanti in tal senso. Questo è un libro che mi piace sempre più, anche perché è stato creato in un modo davvero strano: da un lato, le pagine di destra, raccontano la storia di Michelle (di cui non ti racconto nulla, ma ti invito a leggerlo perchè è interessante) e dall’altro, quelle di sinistra, illustrano le tecniche e i principi su cui si deve basare la ricchezza di un Milionario Illuminato. In pratica ti indicano il *come fare*!

Il tutto è regolato da tre principi base che sono:

  1. non nuocere mai a nessuno;
  2. fai sempre il bene tuo provvedendo ad aumentare anche quello degli altri;
  3. dona il 10% del tuo guadagno a chi ne ha davvero bisogno (fai beneficenza)!!

Quando non hai altra scelta, quando diventa una questione di sopravvivenza, vedi le cose con chiarezza. Lentamente o all’improvviso, ti svegli una mattina e capisci che è il momento giusto. Lo vuoi. Ci credi. Il seme che hai piantato tanto tempo fa, ora è maturo e pronto per dare frutti” ecco la frase che sintetizza in poche parole il senso globale di questo libro. I due autori hanno anche un sito, dove ci si può collegare per maggiori idee e suggerimenti, ma sopprattutto per affermare sin da subito la propria intenzione a diventare dei milionari illuminati! (ti ricordo che tutto quello che vedi “fisicamente” attorno a te è nato con un’idea, che si è trasformata in intenzione, quindi in azione e solo dopo in oggetto!)

Da un bel po’ di tempo sto pensando di creare un gruppo di persone che agisca in questo modo… benessere per me e per il mondo che ho attorno! L’ideale, vero?!?!?! Per ora i tempi non erano evidentemente maturi (ogni tentativo fatto non è stato produttivo), ma chissà che quel momento non sia finalmente arrivato!? Io resto come sempre “in ascolto”…

Namastè!