La consapevolezza è il nostro potere.

Buon anno a te, carissimo amico lettore. Si, lo so bene che l’anno è già iniziato da un po’ ma io non ero su queste pagine da un po’ di tempo, quindi essendo la prima volta che ci sentiamo quest’anno, volevo farto gli auguri di un meraviglioso splendido 2017.

A tal proposito come sta andando? Stai creando la tua meravigliosa splendida realtà nel tuo oggi, per un tuo domani ancora migliore? Io sto facendo grandi progressi e soprattutto sto ottenendo risultati ottimi. Per quel che mi riguarda, vedo costantemente quanto possiamo essere potenti e capaci, lo vedo su di me nella mia stessa vita, ma lo vedo in modo ancora più chiaro e netto nella vita di chi mi gira intorno. Anzi, a dire il vero osservarlo sugli altri è diventato un vero e proprio gioco, se devo essere sincera. Oltre al fatto che è molto più semplice ed evidente.

risveglio-spirituale-vita-quotidiana-fosterQuando ci prendiamo la piena responsabilità di tutto quello che ci riguarda e di tutto quello che conseguentemente accade nella nostra esistenza, è allora che diventiamo davvero, estremamente potenti. Un po’ sull’onda di quanto affermano moltissime delle varie teorie uscite in questi ultimi anni (da Ho’oponopono alla LOA, dalla Gratitudine alla pura Consapevolezza) anche Jeff Foster (laureato in Astrofisica a Cambridge nel 2001 che a seguito di un periodo di malattia e depressione, ha intrapreso una lunga e fruttuosa ricerca spirituale durata molti anni) nella sua ultima fatica “Il risveglio spirituale” afferma quanto da molto sto seguendo e apprendendo per comprendere, ma soprattutto per rendere migliore la mia esistenza.

La nostra mente è la grande responsabile di quanto percepiamo essere esterno a noi, e sul quale crediamo, a torto, di non avere alcun influenza, cedendo così facendo la nostra vera potenza a qualcosa che non c’è, non esiste, non può essere governato nè controllato. La vera forza è comprendere questo “gioco” e agire di conseguenza. Se noi siamo i primi e unici artefici di quello che viviamo, allora solo in noi risiede il potere di poter cambiare qualsiasi aspetto della nostra esistenza che non fosse quello che davvero desideriamo. Tutto questo ti pare difficile? Perfino impossibile, se non addirittura una grande sciocchezza? Bene, non metto in dubbio che non sia semplice passare dal “sentirsi vittima predestinata di eventi che ci cascano addosso” a “posso creare qualsiasi cosa desideri, visto che io sono il creatore” non sia affatto semplice. La nostra mente ama muoversi su strade conosciute e consolidate, dove il percorso in sè non implichi spreco inutile di energia. E’ una grande economa nella gestione delle risorse di cui dispone. Se fino a ora è sempre funzionato tutto (bene o male che sia) facendo in questo modo, ma perchè mai oggi dovremmo cambiare investendo così tante energie in un campo ignoto, oscuro e senza alcuna sicurezza di successo? … forse perchè al momento non siamo felici? … forse perchè non ci sentiamo davvero realizzati? … oppure solo perchè sentiamo di non essere quello che potremmo essere?

L’approccio di Jeff mi piace molto, e volendo può essere riassunto con le sue stesse parole “Io insegno una sola e unica cosa: una profonda e impavida accettazione di qualunque cosa accada. Non si tratta di resa passiva o di freddo distacco ma di un affacciarsi al mistero del momento in maniera intelligente e creativa.“. Se la cosa ti incuriosisce e sei, come me, in cerca di risposte nuove, non hai che da leggere il suo libro, sono certa che ti piacerà.

Namastè!

 

Quarto ZeBuk Day (liberiamo libri), tu ci sei?

Il 14 febbraio prossimo, oltre a essere la rinomata festa degli innamorati, sarà anche il 4° compleanno di un blog collettivo per chi ama leggere, o circolo letterario virtuale: ZeBuk. Anche quest’anno in onore di questo anniversario, verrà organizzato il ZeBuk Day, la giornata dove chi ama leggere può decidere di “liberare” uno o più libri nel mondo.

zebuk

Partecipare è davvero molto semplice: scegli il libro (o i libri) nuovi o usati che siano, che vuoi regalare, scarica e stampa il segnalibro (qui il link diretto), incollalo nella parte interna del libro e il 14 febbraio 2015 lascia (o lasciali) dove credi e preferisci, basta si tratti di un posto di passaggio dove sia possibile al suo nuovo proprietario, trovarlo facilmente (ristoranti, bar, biblioteche, treni, ecc. vedi tu….) e chissà che poi, girando per la tua città tu non riesca a trovare un altro libro appena “liberato” appositamente per te!

Namastè!

La Biologia delle Credenze.

Restando sempre sul tema di quanto ti avevo raccontato nell’ultimo post (prima di questo) ti propongo un libro davvero “rivoluzionario” (ma allo stesso tempo illuminante, of course) che mi è capitato di leggere qualche anno fa e nel quale ho ritrovato esposte, in modo chiaro e semplice, molte teorie nelle quali credo profondamente e che vengono riprese anche da Lissa Rankin (di cui avevo parlato qui)!

B-Lipton-02La Biologia delle Credenze di Bruce Lipton (che ho personalmente potute conoscere, ascoltare e applaudire a Londra nell’I can do it di Louise Hay del 2011)

B-Lipton-01è un libro che ti consiglio  di leggere, se ne avrai l’occasione. La teoria di Lipton afferma Biologia delle credenzeche “ogni cellula del nostro corpo può essere paragonata a un essere intelligente, dotato di intenzionalità e scopo, in grado di sopravvivere autonomamente, il cui ‘vero’ cervello è costituito dalla membrana“, quindi non più dal nucleo (con relativo DNA) come il pensiero comune da sempre ha affermato. Ne consegue che il comportamento cellulare dipende esclusivamente da quello che esse (le cellule) percepiscono e ricevono dall’ambiente in cui si vengono a trovare, ma, ancora di più, dalla percezione che lo stesso essere umano (formato appunto da cellule) ha dell’ambiente!

Il nostro pensiero diventa il creatore della vita che viviamo, influenzando le stesse cellule in modo profondo, tanto da modificarle in base a questo principio. E cosa ci può essere di più magico e POTENTE di questo?

Namastè!

Conosci Roy e Joy?

Sicuramente, se sei una lettrice/un lettore di questo blog, avrai già sentito parlare di Roy Martina, un medico/psicologo (ma anche istruttore sportivo, atleta e più volte campione europeo di karate e judo) autore di tantissimi libri utili alla crescita, alla guarigione e all’aumento della propria consapevolezza. La sua filosofia di vita è basata soprattutto sull’enorme fiducia che egli sente nelle potenzialità di tutte le persone. A suo dire (ma anche secondo me) la nostra vita può essere creata e diventare il miracolo che sogniamo, ciò che conta è solo crederci!

Non ho ancora mai avuto l’occasione di incontrare personalmente Roy Martina (ma so per certo che accadrà perché voglio che così sia) e so che il 22-23 giugno sarà in Italia, a Bologna assieme alla moglie Joy, con il suo meraviglioso seminario “La magia della guarigione” nel quale intende aiutare le persone che lo desiderano a portare la propria vita (e la propria salute) a un livello di eccellenza ancora maggiore. Lo stesso Roy, nella presentazione dell’evento, afferma “E’ la prima volta che un campo così potente, ad alta frequenza energetica viene creato in un seminario. Sarà divertente, stimolante e trasmetterà amore: preparati a cose meravigliose!“.

Roy e Joy

Oltre che essere autore di vari best-seller (tradotti in 6 lingue) è il fondatore del “Second Center Opinion” una clinica olandese di medicina alternativa molto famosa, ma anche di un’organizzazione no-profit che aiuta bambini con problemi emozionali e/o disabili, la “Relief” (ti ricordo che lo stesso Roy è stato un bambino affetto da ADHD -deficit di attenzione/iperattività- e ha sofferto di asma e di varie allergie). Sua moglie Joy è dotata di un particolare dono per l’interpretazione degli Oracoli Christallin, esseri luminosi che lei canalizza per permettere la guarigione fisica e mentale, ma anche per avere risposte utili alla nostra esistenza. La “guarigione” avviene su livelli differenti, compresi quello delle vite passate e della nostra anima.

ChristallinA tal proposito è appena uscito un libro (che spero di poter leggere presto…) che parla proprio di questo. Si intitola “Christallin – La magia della Guarigione” e in queste pagine i coniugi Martina ci accompagnano alla ricerca del lato magico nascosto dentro ognuno di noi, uscendo dal percorso logico-lineare del cervello razionale, per addentrarci invece nella parte creativa, maestosa e illimitata dove avvengono le vere … magie! Tutti noi abbiamo la possibilità di giungere a queste risorse interiori capaci di cose impensabili, ma troppo spesso ci facciamo bloccare dalla paura e dall’incapacità. Pensiamo di non esserne in grado, erroneamente, e ci facciamo limitare dal mondo visibile e quindi tridimensionale in cui siano abituati a operare. Ma come la stessa fisica quantistica ci insegna, il nostro potere è molto al di là dei confini fisici delle tre dimensioni conosciute. E’ un potere illimitato di cui cominciamo solo adesso a vedere le infinite potenzialità.

Termino con un bellissimo oracolo angelico Chtistallin “La guarigione comincia quando smetti di percepirti come una persona che ha un problema. Devi comprendere che ogni ostacolo sul tuo cammino ti insegna a diventare più forte e a espandere il tuo potere creativo. L’ostacolo esiste affinché tu possa creare una nuova situazione, la situazione ideale per te. Guarigione significa aprire la mente a nuove possibilità che prima non vedevi. Un altro modo per definirla è con la volontà di disimparare i vecchi schemi e crerne di nuovi, cosa che gli esseri umani chiamano “volontà di cambiare”. Fare questo richiede coraggio e determinazione e ti costringe a uscire dalla scatola che contiene ciò che già conosci; questa scatola è la tua prigione e la tua comfort zone”.

Namastè!

La fortuna bussa? Sei pronto ad aprirle?

Quanto pensi di essere fortunato? E poi, in cosa consiste davvero essere fortunati? Chi può considerarsi tale? E a te cosa manca per poterlo fare?

Chissà se queste domande ti sono mai balzate in mente e se in qualche modo hai cercato di rispondere.

Esistono sicuramente persone che vincono continuamente di tutto e, guarda caso, sono invidiate da molti. Li definiamo come “nati con la camicia” (la conosci questa espressione, vero?). Ma cos’hanno di diverso da te, che fortunato credi proprio di non esserlo?

Se guardi a fondo e osservi bene c’è solo una piccola sostanziale differenza. Il loro modo di pensare e affrontare l’argomento. Loro, si reputano persone fortunate e credono davvero di esserlo! Nella loro esistenza qualsiasi cosa accada restano sempre ben focalizzati sul fatto che, comunque, sono persone baciate dalla Dea bendata e questo atteggiamento non fa altro che attivare sempre più la LOA attirando nella loro esistenza solo nuove conferme di tutto ciò! Ci credono e continuano a farlo, anche se qualche volta gli eventi esterni sembrano apparentemente smentirli! Ci credono comunque! Questa è la vera forza d’attrazione che permette alle persone di considerarsi tali!

Io, lo ammetto, faccio parte di questo gruppo! Ho scelto, a un certo punto della mia vita, di entrarci e lavoro (limando e perfezionando i miei pensieri giorno dopo giorno) su questa lunghezza d’onda. Le conferme esterne sono praticamente quotidiane e l’Universo mi invia regali stupendi, spessissimo! La mia totale attenzione è al 99% focalizzata su questi aspetti… ed ecco che le “porte si aprono” e i doni arrivano copiosi (e di cose materiali ne ho vinte parecchie, ve l’assicuro… ma non è solo di questo che parlo, è chiaro!)!

Quindi, cosa fare per cominciare a diventare “esseri fortunati“? Non tantissimo ma anche “molto” allo stesso tempo. Cambiare la propria focalizzazione, lasciando perdere qualsiasi pensiero di mancanza, pensando e vivendo solo con quelli di abbondanza e ricchezza! L’Universo è ricchissimo di tutto quello che stai aspettando e che davvero desideri, apriti alla possibilità di ottenerlo e vedrai cosa accade!

Ti faccio un piccolo esempio…

quadrifoglio

hai mai trovato un quadrifoglio (io ne ho raccolto una bella collezione… )???
Nooo? Ok, ora prova a recarti in un prato aspettandoti di trovarli e vedrai che… sarà proprio così! La fortuna è dalla tua parte… CREDICI! Poi, se lo vuoi, mi racconti com’è andata?

Namastè!

Se non lo vuoi, perchè ci pensi?

Oramai lo sai, ne parlano in tantissimi e sempre più persone diventano consapevoli di cosa è possibile fare e ottenere, ma per molti c’è ancora un po’ di confusione su alcuni aspetti. Pare infatti che sia molto più semplice porre la propria attenzione su quanto non desideriamo, piuttosto che il contrario… Lo hai mai notato!? Quando qualcuno ti chiede: “Ma cosa vuoi veramente?” riesci a rispondere in modo sicuro, oppure pensi subito a tutto quello che NON VUOI!?

Eppure dovresti saperlo! Se continui a concentrarti su tutto quello che NON vuoi (avere-sentire-essere ecc.) non fai altro che perpetuare la focalizzazione sugli aspetti che dici di voler allontanare mentre, a causa (…o grazie, dipende dai punti di vista) della LOA (Law of Attraction) li attiri a te come una grossa calamita!

Madre TeresaMaria Teresa di Calcutta (un grandissimo esempio per tutti e che sicuramente conosceva questo concetto) era solita ripetere che non avrebbe mai partecipato ad alcuna marcia contro la guerra, ma se ne fosse stata organizzata una per la pace, lei sarebbe stata in prima fila! Ti fa pensare?

Ecco, proprio questo intendo! Per “combattere” e allontanare dalla tua esistenza tutto quello che NON vuoi, devi semplicemente focalizzare la tua totale attenzione (emozioni e sensazioni comprese) su quello che davvero vuoi e desideri, scordandoti tutto il resto! E’ semplice, semplicissimo, ma molti preferiscono continuare ad avere la vita che hanno, lamentandosi di quanto questa sia carente in… e giù un lunghissimo elenco di cose che vorrebbero! Se davvero le vuoi, cambia e pensa SOLO a quello che davvero sogni e desideri!

I tuoi pensieri creeranno la tua futura vita!

Namastè!