La mente e le sue capacità (s)conosciute!

La mente, e quello che possiamo farne utilizzandola al meglio, è un altro degli argomenti che tanto mi affascina e del quale non mi stanco mai di apprendere.

Negli anni ho capito che la realtà in cui viviamo non potrà MAI essere davvero oggettiva, in quanto la percezione che ognuno di noi ne ha, viene sempre filtrata da chi siamo e da quello che è stato il nostro vissuto. In sostanza è come noi osservassimo qualcosa attraverso delle lenti particolari che danno un certo “colore” alla realtà che percepiamo: le mie lenti possono essere ‘azzurre’, mentre le tue potrebbero essere ‘rosse’… di conseguenza, pur ammirando la stessa identica realtà, la percezione che ne avremmo sarà totalmente differente.

Trovo che il mondo dei neuroni e delle loro infinite sinapsi sia a dir poco affascinante. Queste minuscole particelle divine, che riempiono la nostra materia cerebrale, hanno capacità davvero straordinarie e, sapendole utilizzare al meglio, è possibile migliorare la nostra esistenza… sempre se vogliamo farlo 😉 . Resta comunque un dato di fatto quello che, consapevoli o meno di questo processo, quotidianamente, noi modelliamo e creiamo la realtà in cui esistiamo e facciamo tutto questo attraverso le immagini mentali, perché la nostra mente non comprende le “parole” che emettiamo, ma funziona per immagini. A dimostrazione di questo fatto, se pensi alla parola “cane”, subito ti verrà in mente l’immagine di un particolare cane che, in un modo o nell’altro, ha fatto parte della tua vita. La parola “cane” in sé non avrà granché senso per te, per la tua realtà. L’immagine del “tuo cane” invece, sarà una parte integrante della realtà della tua esistenza.

programma-tua-realta-quantica-libroIl nuovo libro di Riccardo Tristano Tuis intitolato “Programma la tua realtà quantica” sicuramente potrebbe essere un buon modo per capire come sviluppare e migliorare le nostre potenzialità. Ciò attraverso la consapevolezza dell’interazione esistente tra mente e corpo, tra energia fisica e quella mentale, con l’uso di alcuni codici da lui creati, utili al nuovo modellamento della realtà.

Riccardo è uno scrittore, ma e anche un compositore e per finire un ricercatore indipendente. Da 25 anni segue (e pratica) differenti scuole di crescita personale: sciamanesimo, Zen, scuole gnostiche, PNL e tutto quello che potrebbe essere definito una “scienza di confine”. Da tutto ciò ha creato un suo metodo chiamato Zenix che permette di accedere alla parte conscia e a quella inconscia della nostra mente, per poter migliorare e riprogrammare il nostro potenziale, modificando così la nostra stessa realtà.

Come ormai sappiamo quasi tutti il nostro cervello produce costantemente una certa attività, che è misurabile in frequenze (ne avevo accennato anche qui, ricordi?); Riccardo Tommaso ha catalogato tutto questo grazie alla sua “neuro-teologia” che potrebbe essere utile alla sincronizzazione dei due emisferi, e questo con lo scopo ultimo di migliorare le nostre capacità meditative, intuitive e percettive. Non male, non credi?

Sicuramente la sua visione potrebbe non essere condivisibile da tutti, e per alcuni potrà apparire “pura fantasia” o fantascienza ma, seguendo il mio modo di essere e pensare, prima di capire se la visione del Sig. Tuis sia o meno in risonanza con la mia, voglio averne esperienza… e il modo più semplice per poterlo fare resta sempre quello di leggere quanto da lui prodotto. Sono quindi in attesa di ricevere questo testo, per capirne di più e per allargare ancora e ancora la mia personale conoscenza in tal senso. Sono entusiasta di questo e grata all’Universo per i suoi costanti e magnifici regali.

Ti saluto augurandoti puro bene. Namastè!

 

 

Annunci

Vita, forever!!!

Questo è un video meraviglioso che come sempre è arrivato “per caso” nella mia esistenza. L’ho guardato più volte e ogni volta mi ha totalmente emozionata… non può che essere altrimenti dinnanzi a tale bellezza e magnificenza, ecco perché ho voluto condividerlo con te.

Apri le braccia, apri il tuo cuore, vaiiiiii….

Namastè!

Visualizzazione, per accellerare la creazione.

Un validissimo aiuto alla creazione consapevole è la visualizzazione, ossia il “vedere con gli occhi della mente” quello che desideriamo! Partendo sempre dal presupposto che tutto viene creato dal tuo pensiero (qualsiasi cosa vedi attorno a te è stata prima di tutto PENSATA e solo dopo realizzata… l’energia pensiero è indubbiamente CREATRICE!!!) usare l’immaginazione per creare mentalmente quello che sogni, risulta essere molto, molto potente!

Molti pensano di non essere capaci di visualizzare… sei anche tu uno di questi?
Sappi che non è assolutamente vero, perchè ogni persona sa visualizzare benissimo, in quanto è un processo strettamente personale e che è diverso per tutti! Ad alcuni può capitare di vedere delle immagini molto nitide, ad altri di percepire delle sensazioni e vedere solo dei colori (ma sapere in cuor loro che si tratta di quello) a te, magari, capita di intuire alcuni flash confusi e separati gli uni dagli altri! Ottimo! Qualunque cosa succeda quando chiudi gli occhi e visualizzi, è sicuramente la via giusta e corretta per te!

Tramite questa “creazione mentale” potrai esaudire molti dei tuoi sogni a qualsiasi livello (fisico, emotivo, spirituale…). Non esistono limiti, se non quelli che tu stesso ti poni (ricordi cosa abbiamo detto delle credenze limitanti?). Impara a fare una visualizzazione più accurata possibile (sempre usando il TUO personale modo, chiaramente) di quanto desideri ottenere, percepisciti come se tutto fosse già accaduto e senti profondamente le sensazioni che tutto questo fa scattare dentro di te. Fallo con continuità, possibilimente alla sera, prima di chiudere la giornata,quando stai per andare a dormire. Vivi in questo tuo personale e piccolo film con costanza. Vedrai che gli effetti ti stupiranno (se è la prima volta che applichi tale tecnica) favorevolmente!

Visualizzazione positivaSe hai paura di “non esserne davvero capace” (però in questo caso ti esorto a lavorare un po’ sull’autostima, che dici?), un libro davvero semplice che ho letto a tal proposito è “Visualizzazione Positiva” (sottotitolo: Prevedere e immaginare cose buone significa farle accadere) di Gudrun Della Via. Si tratta di circa 140 pagine da leggere in modo rapido e facile. Il libro è ricchissimo di utili spunti su come aiutarti a portare la visualizzazione nella tua vita (ci sono molti esercizi che potrai applicare) così da non poterti più permettere di inventare la solita e vecchia “scusa”: “Ma io non sono capace!“…
Scommettiamo?

Namastè!

Guarire con… il Sistema Corpo Specchio.

Martin Brofman Ph.D. è un americano creatore del Sistema di Guarigione Corpo Specchio, sistema che lui stesso ha creato per poter guarire sè stesso da un tumore (tumore che era stato giudicato incurabile!!!) sviluppato quando aveva appena 35 anni. Adesso sono più di 30 anni che diffonde e insegna il suo metodo, tenendo seminari ovunque nel mondo. Proprio per questo ha ideato la Brofman Foundation for the Advancement of Healing, organismo internazionale cui finalità principale è quella di promuovere la guarigione. Ed è sempre lui che forma gli Istruttori Autorizzati, gli unici che possono insegnare il suo metodo e divulgarlo.

Sistema Energetico

Così alcuni anni fa ho deciso, dopo aver letto tutti i suoi ibri disponibili in Italia (“Guarire con il sistema Corpo Specchio” e “Guarisci la tua vista“. Da leggere!!!), di partecipare a uno dei seminari ‘Sistema Corpo Specchio Week End’, esperienza che mi ha fatta molto riflettere su alcuni aspetti della vita, su alcune cose che mi erano accadute e su altre che mi stavano accadendo.

Il seminario si basa su alcuni semplici principi. Il primo e fondamentale afferma che TUTTO nasce dentro di noi, e noi siamo esserei di Energia (ma oramai lo sappiamo bene, vero?)! Finchè quest’energia si muove in modo equilibrato e scorre, noi siamo in perfetta salute. Quando si blocca, appare un sintomo (fisico come una malattia, oppure interiore come ansia, depressione o altri tipi di problematiche di vita). Il che ci porta al secondo pricipio, ossia che tutti i sintomi sono energia bloccata (… e cos’è che dice anche EFT?). Aggiungo solo che quando si blocca, l’energia non lo fa mai in modo casuale. Piuttosto segue sempre una via ben precisa, tanto che è possibile dedurne una sorta di codice che lega ogni sintomo a un preciso messaggio relativo alla tensione interiore che l’ha creato. In altre parole, ogni sintomo diventa un messaggio importante che dobbiamo imparare ad ascoltare!

Per riportare la salute nella nostra esistenza dovremo quindi far sì che l’energia scorra di nuovo, modificando quanto ha creato la tensione e avviando un processo di guarigione spirituale. I nostri pensieri sono quindi i veri creatori e noi possiamo, agendo su questi, portare l’azione fino al livello fisico della nostra esistenza! Il Sistema Corpo Specchio ci aiuta a codificare i messaggi e a capire quali tipi di pensieri hanno dato l’avvio a quanto stiamo vivendo.Sistema Corpo Specchio

Se vuoi saperne di più puoi leggere il libro “Guarire con il Sistema Corpo Specchio” (a me è piaciuto parecchio e ogni tanto me lo risfoglio volentieri) o anche partecipare a un seminario, magari quello di un week end (guarda sul sito ufficiale). Se lo vuoi, il tuo futuro potrà essere MIGLIORE del tuo passato, ma sarai sempre e solo tu a dover prendere la decisione di cambiare!

Namastè!

La fortuna bussa? Sei pronto ad aprirle?

Quanto pensi di essere fortunato? E poi, in cosa consiste davvero essere fortunati? Chi può considerarsi tale? E a te cosa manca per poterlo fare?

Chissà se queste domande ti sono mai balzate in mente e se in qualche modo hai cercato di rispondere.

Esistono sicuramente persone che vincono continuamente di tutto e, guarda caso, sono invidiate da molti. Li definiamo come “nati con la camicia” (la conosci questa espressione, vero?). Ma cos’hanno di diverso da te, che fortunato credi proprio di non esserlo?

Se guardi a fondo e osservi bene c’è solo una piccola sostanziale differenza. Il loro modo di pensare e affrontare l’argomento. Loro, si reputano persone fortunate e credono davvero di esserlo! Nella loro esistenza qualsiasi cosa accada restano sempre ben focalizzati sul fatto che, comunque, sono persone baciate dalla Dea bendata e questo atteggiamento non fa altro che attivare sempre più la LOA attirando nella loro esistenza solo nuove conferme di tutto ciò! Ci credono e continuano a farlo, anche se qualche volta gli eventi esterni sembrano apparentemente smentirli! Ci credono comunque! Questa è la vera forza d’attrazione che permette alle persone di considerarsi tali!

Io, lo ammetto, faccio parte di questo gruppo! Ho scelto, a un certo punto della mia vita, di entrarci e lavoro (limando e perfezionando i miei pensieri giorno dopo giorno) su questa lunghezza d’onda. Le conferme esterne sono praticamente quotidiane e l’Universo mi invia regali stupendi, spessissimo! La mia totale attenzione è al 99% focalizzata su questi aspetti… ed ecco che le “porte si aprono” e i doni arrivano copiosi (e di cose materiali ne ho vinte parecchie, ve l’assicuro… ma non è solo di questo che parlo, è chiaro!)!

Quindi, cosa fare per cominciare a diventare “esseri fortunati“? Non tantissimo ma anche “molto” allo stesso tempo. Cambiare la propria focalizzazione, lasciando perdere qualsiasi pensiero di mancanza, pensando e vivendo solo con quelli di abbondanza e ricchezza! L’Universo è ricchissimo di tutto quello che stai aspettando e che davvero desideri, apriti alla possibilità di ottenerlo e vedrai cosa accade!

Ti faccio un piccolo esempio…

quadrifoglio

hai mai trovato un quadrifoglio (io ne ho raccolto una bella collezione… )???
Nooo? Ok, ora prova a recarti in un prato aspettandoti di trovarli e vedrai che… sarà proprio così! La fortuna è dalla tua parte… CREDICI! Poi, se lo vuoi, mi racconti com’è andata?

Namastè!

Regredendo…

Nel settembre 2006 ho fatto delle esperienze davvero molto particolari: alcune regressioni ipnotiche nelle mie vite passate. Il metodo usato era quello del Dott. Brian Weiss (che ringrazio per gli splendidi libri scritti) e la dott.sa che mi ha seguita, aveva studiato direttamente con lui. Oggi mi sono tornate in mente (sarà merito della Luna in Cancro? Yes!) e sono andate a ricercarle tra le pagine di un mio vecchissimo blog (purtroppo non più attivo, causa chiusura di Splinder). Per non “perderle più” le riposto qui. C’è davvero troppa magia in queste parole!

Prima regressione…

Sono un ragazzino (maschio) di circa 15 anni, credo di essere povero, ma non poverissimo. Ho ai piedi delle scarpe in cuoio, una via di mezzo tra dei sandali e dei mocassini. Sto camminando su una strada di terra in mezzo a verdi colline. Il clima e l’ambiente sono molto belli. Mi accorgo che tengo per mano una bambina più piccola di me. Non la vedo, ma SO che si tratta di mia sorella. Mi chiede di prenderla in braccio. Lo faccio ma mi pesa e sento del dolore alla spalla destra (a cui ho avuto dolori per anni!). Arrivo al mio villaggio. Le case sono bianche con delle decorazione dritte, fatte in legno. Non so perchè ma penso subito alla Svizzera. Entro in quella che so essere la mia casa. Vedo solo una donna molto anziana, vicino a una cucina a legna, che mescola qualcosa in una grande pentola. Non ho idea di chi possa essere, ma so essermi amica. Forse si tratta di mia nonna?

Vado avanti nel tempo. Sono un uomo adulto. Credo di lavorare con il legno (o forse con il ferro, non è molto chiara questa cosa) e grazie al mio lavoro conosco tutti, in paese. Esco per la strada durante una giornata di mercato. Molti mi saluto sorridenti. Percepisco nei miei confronti molto amore e molta benevolenza. Mi chiamo Gianni (lo scopro dai saluti che ricevo). Ad un certo punto tutta la scena viene sconvolta da un’orda di banditi/barbari che distruggono le varie bancarelle e gettano a terra molta gente. Anche me! Cado sulla spalla destra (che in quei giorni mi faceva più male di sempre).

Proseguo nella mia esistenza e arrivo a un evento particolarmente importante: mia figlia sta per sposarsi, ma io non voglio andare al suo matrimonio, perchè so che l’uomo che ha scelto non è adatto a lei. Non mi piace! E alla fin fine, nonostante le suppliche di mia moglie, non ci vado. Vivrò sempre con questo rimorso!

Al termine dei miei giorni mi vedo in un letto, circondato da mia moglie e da altre figure che so essere persone che mi amano. Tutti sono attorno a me e soffrono per la mia morte, che è oramai vicina. Io non sento dolore. Ho solo il grandissimo rimpianto di non essere voluto andare al matrimonio della mia adorata figlia.

Lascio il mio corpo e lo vedo dall’alto, come se mi trovassi attaccato al soffitto. Non sento dolore, non sento paura. Mi dispiace vedere le persone che stanno soffrendo per me. Vorrei avvertirle che io sto bene.

I maestri mi fanno il regalo di una piramide in cristallo.

Vite Passate

Seconda regressione…

Entro in una stanza il cui pavimento è ricoperto da stuoie di bambù. Vedo sulla destra una sorta di braciere dove dell’incenso si sta consumando e crea giochi di luce con il fumo che sale. L’odore è penetrante ma non fastidioso. Mi guardo i piedi e li vedo infilati in un paio di classiche ciabattine cinesi. Ho un bellissimo vestito, è un abito da gheisa. Capisco che sono nella mia casa. Con me c’è anche il mio compagno, mio marito (e in lui riconosco Andrea). E’ seduto a un tavolino basso e sta preparando/servendo il tè. Non ci parliamo, solo i nostri sguardi si cercano e si accarezzano. C’è pace, silenzio e armonia. Mi sento al sicuro e amata. So che abbiamo cinque figli, ma in quel momento non sono lì con noi. Quell’attimo è solo nostro.

Poi tutto muta e la nostra casa è invasa da alcuni soldati che prelevano mio marito e lo portano via. Ho la certezza che non lo uccideranno, ma purtroppo, so anche che non lo rivedrò mai più. E così è stato.

Passo la mia esistenza lavorando (sono una tessitrice e trascorro molto tempo al telaio) sempre circondata dall’amore dei miei figli. Fino alla fine dei miei giorni, dove abbandono il mio corpo proprio mentre sto compiendo un lavoro al telaio. Tutto con estrema naturalezza. Nessun dolore, solo tanta malinconia per quest’uomo che mi è stato “strappato”!

I maestri mi regalano “solo” delle parole: “Sappi che sei stata e che sarai sempre molto amata! Comunque!”. Con questa consapevolezza me ne torno all’oggi, e a quello che sto vivendo…

Il mio angelo mi è sempre accanto. Vivida la sua presenza e il suo amore!

Namastè!